La mostra fotografica “La luce nel mare” di Emanuele Vitale, esposta presso l’ex Convento del Ritiro in via Mirabella fino al 15 dicembre,  ha previsto tre tipologie di eventi collaterali che hanno completato il programma culturale della mostra.

La prima tipologia, denominata “Incontri con l’artista”, ha permesso di indagare assieme a Elio Nicosia, Chicco Calleri, Marcello Bianca e Nino Sicari (l’incontro con Nino è previsto lunedì 12 dicembre alle ore 9,00) sui contenuti tecnici, ma soprattutto sulle idee e sui  significati celati nelle immagini concettuali di Emanuele Vitale.

La seconda tipologia di eventi ha voluto provare a comparare forme artistiche diverse con l’intenzione di ritrovare nelle varie esperienze il “file rouge della bellezza” . E’ stato il caso degli incontri con Giovanna Strano per presentare il suo romanzo “Il Diavolo sulla quarta corda – Nicolò Paganini e il suo Cannnone”, in cui la musica del Duo Siraka,  le immagini danzanti di Emanuele e il romanzo letto dalle voci delicate di  Francesca Pacca e Simone Giallongo si sono fuse in una armonia insolita e gradevole.  E poi con Luigi La Rosa che ha presentato “A Parigi con Proust”, dove si è cercato di capire come i luoghi in cui vivono gli artisti influenzino fortemente la loro produzione artistica.

La terza tipologia, denominata “I luoghi del cuore” ci è servita per puntare l’obiettivo sugli aspetti della salvaguardia e della valorizzazione del territorio. Gli incontri con Marco Mastriani sul Parco degli Iblei e sull’Area della Marina Protetta del Plemmirio  ci hanno permesso di fare il punto sui progressi e sulle prospettive dei nostri straordinari ambienti in cui Emanuele Vitale (nelle acque del Plemmirio) ha sviluppato gran parte della sua ricerca artistica.  Con Fausto Migneco il luogo del cuore è stato Siracusa, Città d’acqua e di luce,  con le sue tradizioni legate al mare e al culto di Santa Lucia. Nell’incontro, particolarmente interessante per i temi antropologici toccati, il relatore ha sottolineato come nella spiritualità presente in tante immagini fotografiche di Emanuele traspaia la ricerca dell’artista verso le radici culturali della propria città. La luce di Lucia negli scatti di Emanuele  diventa la luce dell’anima, la luce di speranza che illumina ogni individuo verso il proprio percorso.

Domani, venerdì 9 dicembre alle ore 17, un ultimo incontro con Fabio Granata. Con l’Assessore alla Cultura di Siracusa proveremo a parlare dei programmi dell’Amministrazione in relazione al progetto culturale avanzato per la candidatura di Siracusa Capitale italiana della cultura 2024. Progetto che l’Amministrazione  è impegnata a realizzare partendo proprio dalla mostra “La luce nel mare”, già inserita nel dossier di presentazione della candidatura.

                                                                                                                          Vincenzo Marano

                                                                                                                      (Curatore della mostra)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.