Oggi 16 luglio, dalle ore 9,30 alle 10,30, ultimo incontro che Chicco Calleri ha riservato ai bambini della scuola d’infanzia, a indirizzo Montessori, “Il Melograno”. La personale di pittura “L’Aria, l’acqua, la terra, il fuoco” in svolgimento fino a domenica, chiude quindi il vasto programma di attività svelandosi agli occhi innocenti e genuini dei bambini, i quali saranno capaci di vedere nelle opere esposte ciò che noi grandi forse non siamo riusciti a cogliere.

Danza di Chicco Calleri

Saranno loro a raccontare le fiabe che nascono spontanee dalla visione dei quadri e saranno ancora una volta fiabe senza storia, senza luogo, senza tempo così come solo la fantasia di un bambino sa creare.  Anche questa dovrebbe essere una delle finalità di ogni mostra artistica, forse la più importante: stimolare  la creatività e i sogni delle giovani generazioni  attraverso la forza evocatrice delle opere d’arte per aiutarli a crescere  liberi nel pensiero e audaci nelle loro future azioni.

Ieri sera Annalisa Stancanelli, sollecitata da un simpaticissimo e bravissimo Michele Romano, ha presentato il suo ultimo saggio “ Forse non tutti sanno che Caravaggio” – la vita di un genio tra arte, avventura e mistero. Anche quest’opera andrebbe  letta e studiata dai ragazzi delle nostre scuole. E’ un racconto appassionante  e vivo su uno dei nostri più amati artisti, dandone giustizia sulle tante maldicenze e lasciando ancora un alone di mistero sulla sua vita,  che siamo certi stimolerebbe la fantasia dei nostri giovani.

Domenica pomeriggio si conclude il percorso espositivo. Invitiamo chi non è potuto venire finora a vedere la mostra di Chicco  “L’aria, l’acqua, la terra, il fuoco”, che siamo sicuri non vi deluderà. 

    Vincenzo Marano

(Curatore della mostra)

Limoni di Chicco Calleri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *